Il più fragile

mi sveglio e poi ti penso
mi addormento e poi ti sogno
mi rigiro nel letto e cerco te
la coperta non tiene caldo
c'è un bel film ma non lo guardo
ed in quella foto vedo ancora te
con il tempo tutto ha un senso
anche il sapore del lamento
che mi tiene sveglio senza te
scende una lacrima e mi trova solo qua
che come un'ombra dietro a un vetro immagino
ho il dubbio di quel che rimane a me di te
e dall'idea lo sai che io mi agito
vieni qui e tocca i miei pensieri con i tuoi
e sentirai che io rispetto a te sono più fragile
sì, mi difendo, sai
ma mai da te
e cammino dentro la stanza
col computer io non ci parlo
quindi un'altra volta ancora penso a te
e ho scoperto che ne ho bisogno
che il tuo vivere lascia il segno
e senza il tuo spazio son disperso in me
scende una lacrima e mi trova solo qua
che come un'ombra dietro a un vetro immagino
ho il dubbio di quel che rimane a me di te
e dall'idea lo sai che io mi agito
vieni qui e tocca i miei pensieri con i tuoi
e sentirai che io rispetto a te sono più fragile
sì, mi difendo, sai
ma mai da te, oh
scende una lacrima che affoga la città
e intanto io delle tue labbra son avido
per te a volte sembra solo un gioco ma
io in questa nostra storia sai, ci abito
vieni qui e tocca i miei pensieri con i tuoi
e sentirai che io rispetto a te sono più fragile
sì, mi difendo, sai
ma mai da te
e poi cado giù
dentro un cielo spento
non ci sei ancora tu
perché che non ti sento più, oh
vieni qui, vieni qui
e sentirai che io rispetto a te sono più fragile
sì, mi difendo, sai
ma mai da te
e poi cado giù
dentro un cielo spento
ci sei ancora tu
perché non ti sento?

© Sony Music S.p.a.

Falco a metą srl GIANLUCA GRIGNANI Sito Ufficiale © & (P) 2021 FALCO A METÀ S.r.l. Tutti i Diritti sono Riservati.
contatti: management@gianlucagrignani.it
E' espressamente vietato ogni tipo di riproduzione o prelievo anche parziale senza autorizzazione.
!